Home >> Testi >> Una nave

L'Artista Franco Fanigliulo


Una nave

(F.Fanigliulo-M.Boriolo-O.Avogadro)

tratto da "Ratatam pum pum"
(1980)

Una nave
che era diventata bicicletta
tara ta
sopra c'era un folle
ma nessuno ne sapeva il nome
Come correva, strapedalava!

Una nave
che era diventata la sua prigione
tara ta tara ta
carcerato
lui da folle
se ne fregava come dormiva, come sognava!

Lui poverino che sudava,
pedalava la macchina a vapore
lui da fuochista con lo stivale
la calza a righe
sembrava il mare
sembrava il mare!

Una nave
che era diventata la sua donna
tara ta tara ta
il droghiere
gliela toccava
gliela rubava
lui lo sapeva
lui la baciava.

Una nave
che era diventata un ospedale
tara ta tara ta
l'infermiera da uccellaccio
lo controllava
come sbuffava
e lui che beveva
che colpa sarÓ!

Lui poverino che sudava
pedalava boia le sue catene
lui che da bambino nella distrazione
si era fatto vendere un po' di mare, un po' di mare.

Una nave
che era diventata bicicletta
tara ta
sopra c'era un folle
ma nessuno ne sapeva il nome
Come correva, strapedalava!

Lui poverino che sudava,
pedalava la macchina a vapore
lui da fuochista con lo stivale
la calza a righe
sembrava il mare
Lui era il mare!

 

 
© 2004-2005 http://fanigliulo.altervista.org